1’ di lettura

Luciano Quaglieri: il giardino del S. Filippo Neri sarà dedicato al “gigante buono”

Grande mobilitazione per ricordare un uomo speciale, strappato alla famiglia, ai colleghi e agli amici dal Covid a soli 48 anni. Struggente il messaggio della collega dopo i funerali: «Oggi sul prato antistante l'ospedale un popolo intero ti ha pianto».

È immenso il vuoto lasciato da , infermiere del S. Filippo Neri mancato venerdì scorso a soli 48 anni dopo aver contratto il . Colleghi, amici, tutti si sono mobilitati per rendere imperitura la memoria di un uomo sempre pronto a prendersi cura dei pazienti. Il neurochirurgo Shahram Sherkat ha proposto di intitolargli un padiglione dell’ospedale, mentre la ASL Roma 1 ha deciso di dedicargli il giardino esterno del nosocomio situato sulla Trionfale.

«Questa mattina (ieri ndr) si è tenuto – si legge sul social – con la sentita partecipazione dell’Ospedale San Filippo Neri, un saluto a Luciano Quaglieri, infermiere di Pronto Soccorso venuto a mancare venerdì 13 novembre. Anche interpretando un desiderio della comunità aziendale, la ASL Roma 1 ha deciso di dedicare al suo impegno e al suo sorriso proprio il giardino esterno dove ci siamo riuniti. Ogni anno il giardino si arricchirà di una nuova pianta di cui tutti insieme ci prenderemo cura, così come Luciano si prendeva cura dei propri pazienti». Così in una nota pubblicata dalla Asl Roma 1 il Direttore Generale, Angelo Tanese.

Struggente, infine, il messaggio postato sul social dalla collega Antonella dopo i funerali di “Big Luciano“: «Oggi sul prato antistante l’ospedale un popolo intero ti ha pianto, medici, infermieri, paramedici e persino i malati affacciati ai balconi ti hanno dato commossi ultimo addio. Vorrei che la gente comune potesse sapere cosa abbiamo provato, il silenzio assordante, il freddo dentro l’anima, il dolore rabbioso per l impotenza di fronte ad una cosa più grande di noi».

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Notizie del giorno