venerdì 15 marzo 2013

Passione Vivente, Andrea Petricca: “In questo momento non possiamo erogare contributi seduta stante”

Riceviamo e pubblichiamo le seguenti dichiarazioni dell’Assessore alle Politiche Culturali del Comune di Sora, Andrea Petricca, riguardanti una parte del testo inviatoci oggi pomeriggio dall’Associazione “I Templari”, a firma del presidente Cristian Florio (Leggi il Comunicato).

“In merito al comunicato a firma di Cristian Florio, presidente dell’Associazione I Templari, intendo fare alcune precisazioni. Nel testo si legge che il Comune preferisce dare il sostegno ad altre manifestazioni: io contesto con pacatezza e civiltà tale frase, perché ci siamo incontrati almeno tre volte con Florio, alla presenza del Dott. Lorenzo Fiorini dell’Ufficio Cultura, dichiarandoci disponibili a contribuire per l’organizzazione della manifestazione, a patto che l’associazione presieduta dallo stesso Florio fosse stata disposta a ricevere il contributo 8 o 9 mesi dopo lo svolgimento della Passione Vivente, evento che, voglio ribadirlo, qualitativamente ed emotivamente è eccezionale.

La motivazione di tale ritardo è presto detta: attualmente nelle casse del Comune non c’è liquidità disponibile per finanziare seduta stante le manifestazioni culturali. A testimonianza di ciò posso riferire pubblicamente che proprio in questi giorni abbiamo terminato di liquidare le associazioni organizzatrici del Carnevale Sorano per quel che concerne l’edizione del 2012, svoltasi più di un anno fa. Tuttavia, dinanzi alla nostra richiesta di attesa per ricevere il contributo, l’associazione rappresentata da Florio ha ribadito la sua necessità di avere a disposizione subito i fondi per l’organizzazione della Passione Vivente. Quindi l’accordo non c’è stato.

In questo particolare momento momento, tra l’altro, il Comune sta cercando tra enormi difficoltà di adempiere al suo dovere di pagatore nei confronti delle cooperative che collaborano con l’ente stesso, impegnate nell’ambito dei servizi sociali e scolastici. Pertanto, in concomitanza di situazioni economiche come quella attuale, il settore che deve subito ‘tirare la cinghia’ è, ahimé, quello che proprio il sottoscritto rappresenta con la sua delega.

Approfitto dell’occasione, infine, visto che siamo in tema di manifestazioni, per lanciare subito un messaggio chiaro alla città: l’estate 2013 si avvicina e i fondi per organizzare eventi non ci sono. Quindi, sarà una stagione all’insegna dell’austerità pressoché totale”.

Commenti

wpDiscuz
Menu