martedì 4 dicembre 2012

Corteo studenti a Sora, i rappresentanti del “Simoncelli” a Sora24: “Non protestiamo per perdere tempo, devono saperlo tutti!”

Al termine della manifestazione studentesca di stamane, della quale abbiamo gia ampiamente parlato con due articoli sul nostro giornale (Leggi 1) (Leggi 2), abbiamo invitato nella nostra redazione Claudia Perruzza, Lucrezia Papetti e Edoardo Lista, rappresentanti d’istituto dello storico Liceo Classico “Vincenzo Simoncelli” (che ha ospitato tra i suoi banchi nel quinquennio 1990/95 anche il sottoscritto, precisamente nella sezione “A”), oggi denominato Istituto Istruzione Superiore “Vincenzo Simoncelli”, in virtù dell’accorpamento tra Liceo Classico ed Artistico che tanto ha fatto discutere lo scorso anno.

Lo scopo del colloquio è stato ovviamente quello di chiarire, a beneficio dei lettori di Sora24, le motivazioni che hanno spinto i ragazzi delle scuole superiori di Sora, Isola del Liri ed Arpino a scendere in piazza in modo, bisogna dirlo, ordinato, civile, e decisamente più organizzato rispetto agli “scioperi” degli anni ’90. Personalmente non ricordo un corteo così lungo e ben gestito dai ragazzi delle superiori di Sora e comprensorio: già per questo successo va dato atti agli studenti di aver pensato ogni dettaglio in modo serio.

Claudia Perruzza, chi ha organizzato questa manifestazione?
Solo ed esclusivamente i rappresentanti d’istituto delle scuole di Sora, Isola del Liri ed Arpino, senza sigle politiche di mezzo, è bene precisarlo. Oggi si è svolta l’ultima manifestazione prima di passare all’azione.

Cioè?
Nei giorni scorsi ci siamo incontrati più volte con gli studenti di Frosinone, insieme ai quali abbiamo deciso di occupare pacificamente le nostre scuole, in segno di protesta pacata per la situazione di estremo disagio in cui vive la scuola pubblica.
Ovviamente durante l’occupazione non perderemo tempo bighellonando, ma svolgendo attività molto interessanti.

Qualcuno vi descrive come dei perditempo.
Ecco, noi vorremmo evitare proprio giudizi affrettati su ciò che stiamo facendo. Abbiamo organizzato questa manifestazione anche per essere notati dai media, per portare a conoscenza di tutti la nostra situazione. E nel caso di Sora24 la cosa ha funzionato, perché siamo qui da voi in redazione.

Lucrezia Papetti, quali sono i vostri problemi più urgenti da risolvere?
Guardi, il Ministro Profumo parla di tablet ma a noi le scuole cadono addosso, non so se rendo l’idea. Nel caso del Classico di Sora, ad esempio, tra le tante cose piove nelle aule e ci sono infiltrazioni in palestra, nonostante i lavori di riqualificazione siano stati completati da pochi anni. Insomma, siamo stanchi di tagli alla scuola pubblica e sostegno a quella privata: questa storia deve finire, perché il diritto allo studio non deve esistere solo a parole.

La sua “collega” Claudia Perruzza ha parlato di occupazione, assicurando che gli studenti non perderanno tempo. Ebbene, cosa farete?
Innanzitutto voglio precisare che faremo autogestione nelle ore mattutine ed occupazione (dipenderà dalla votazione di Giovedì 06 Dicembre) nel pomeriggio, in quanto a seguito di votazioni democraticamente svolte nella nostra scuola, inerenti al quesito “Occupazione o Autogestione?”, 319 studenti hanno scelto la prima, mentre 72 la seconda. Pertanto, poiché non ci sembrava giusto penalizzare la minoranza, faremo entrambe le cose. Quanto alle attività che svolgeremo saranno varie ed interessanti: leggeremo i quotidiani nazionali, guarderemo film tematici con dibattito successivo alla visione, ascolteremo lezioni di politica con la collaborazione dei nostri docenti. Inoltre saranno organizzati una serie di corsi di recupero nei quali gli studenti più bravi metteranno a disposizione le loro conoscenze per aiutare quelli più in difficoltà.

Che dire, sono uno spettacolo i nostri ragazzi!

Lorenzo Mascolo – Sora24
Foto Edoardo Lista

[nggallery id=778]

Commenti

wpDiscuz
Menu